Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da giugno 30, 2016

Il non-senso della valutazione dei dirigenti scolastici - di Enrico Maranzana

L'odierno dissesto della scuola è stato originato dal mancato rispetto delle regole del sistema. La contrapposizione tra le leggi degli ultimi 40 anni  e l'ordinaria gestione scolastica è profonda: il tradizionale modello, orientato alla trasmissione delle conoscenza confligge con l'aspetto educativo delle discipline, che sono da intendere come palestre di promozione di competenze [mix di capacità/abilità e conoscenze].
Un cambiamento  che comporta la sostituzione dell'ordinaria struttura decisionale, avente al vertice il dirigente scolastico,  con il disegno organizzativo previsto dalle vigenti norme, che distribuisce le responsabilità tra più soggetti [TU 297/94].

Su questa scena è da collocare la valutazione dei dirigenti scolastici, annunciata in questi giorni dal ministro Stefania Giannini. Il giudizio sarà formulato in base ai seguenti parametri:
a) Capacità d'indirizzo e gestione dell'Istituto;
b) Capacità di gestire e valorizzare le risorse umane;
c) A…