Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da luglio 13, 2017

13. I Dialoghi teoretici: frutto di una segreta disillusione o rimando a qualcos'altro? (2)

Siamo quindi giunti ad una fase tarda della vita di Platone. Da decenni, dicevamo nel post precedente, ha aperto l'Accademia, che attrae ormai menti brillanti da tante parti del mondo greco: alcuni giovani studiosi vi entravano per motivi di formazione e vi si trattevano poco tempo; altri vi rimanevano per anni, diventando a loro volta maestri delle varie discipline scientifiche, matematiche e logico-dialettiche che vi si insegnavano/praticavano/sperimentavano tramite il confronto. Nell'Accademia non vige alcun rapporto di sudditanza intellettuale, ciascuno è invitato e stimolato a dire la sua: gli stessi punti di vista del fondatore sono quindi oggetto di discussione, critico esame, obiezione. Forse Platone è stanco, soprattutto dopo il suo ultimo tentativo a Siracusa; forse invece no: i critici ne hanno un'immagine totalmente diversa a seconda di come lo leggono. In ogni caso, sta invecchiando: immaginiamocelo 60 anni; ne vivrà altri venti e continuerà a scrivere. Compon…

12. Il ritorno dall'Unità alla Molteplicità: una discesa problematica (1)

Se partiamo dall'ipotesi che tutta la ricerca di Platone abbia avuto il senso di trovare una spiegazione e, contemporaneamente, una chiave di soluzione al problema del crollo e del caos del mondo in cui era nato e da cui era stato circondato fino ed oltre la morte di Socrate, con la Repubblica, come vedremo meglio nel post finale di questa serie, una visione comprensiva (dell'uomo e della vita) sembra trovata. La mia ipotesi di lavoro è di leggere quindi quest'opera come il grande spartiacque che segna un cambiamento in Platone. Tutti i Dialoghi che tratterò d'ora in poi sono stati certamente scritti DOPO di ed in relazione ad essa, che presuppongono. Si deve dare notizia preliminare della divergenza di interpretazioni del periodo di produzione finale di questo grande autore. Cercherò di essere schematica.


            Negli scorsi post avevamo lasciato Platone entusiasta della sua dottrina delle Idee, alla quale era pervenuto sulla scia dell'istanza di natura pret…